*Perito Industriale, specializzazione termotecnica. Direttore tecnico della STABILE S.P.A. dal 2006, operante nel campo della termotecnica dal 1993 nello specifico nel settore sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione, risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia.

*Iscritto all’Albo dei Periti Industriali e Laureati della Provincia di Varese con il N° 1263.

*Abilitato lettera C secondo DM 37/08.

*Accreditato CENED ( Certificazione ENergetica degli EDifici ) come soggetto certificatore di Regione Lombardia con il N° 6032.

*Ideatore nel 2006 dell’Accademia dei fumi, dipartimento a sfondo formativo che STABILE S.p.A. mette a disposizione dei sui clienti.

*Fondatore nel 2008 di ANIC ( Associazione Nazionale Installatori Canne fumarie )

*Progettista degli impianti di evacuazione dei prodotti della combustione che STABILE S.P.A. propone alla sua clientela.

*Spesso vengo incaricato come consulente tecnico di parte (CTP) per contenziosi  dovuti ai sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione.

*Componente della Commissione Impianti Tecnologici e Meccanici del Collegio dei Periti Industriali e Laureati della Provincia di Varese.

*Componente CT 258 “Canne fumarie per generatori a combustibili liquidi e solidi “, gruppo di lavoro presso il Comitato Termotecnico Italiano per le attività normative nazionali ed europee.

*Componente CT 257 “Stufe,caminetti e barbacue “, gruppo di lavoro presso il Comitato Termotecnico Italiano per le attività normative nazionali ed europee.

*Delegato Nazionale al CEN/TC 166 Camini ed “esperto di WG” al SC2/WG2 e SC2/WG3 per conto del CIG (Comitato Italiano Gas)

*Coordinatore Commissione Tecnica ASSOCAMINI, associazione che rappresenta l’Industria nazionale dei produttori di camini e canne fumarie di Ceced Italia.

*Docente da anni in numerosi convegni organizzati da associazioni ed istituzioni con tematiche camini, canne fumarie e apparecchi a combustione.

*Collaboro con il bimestrale tecnico di informazione e di opinione ” il Perito Industriale” organo di stampa dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati, per la stesura di testi tecnici inerenti il mondo della termotecnica.

*Docente di ASSOCOSMA, associazione costruttori stufe in maiolica.

*Autore del testo “LE CANNE FUMARIE” pubblicato da Grafill nel Settembre 2015

Comments

  1. Ingrid

    Ciao Marco, sono una giornalista di Ferrara e seguo la comunicazione di un’azienda locale che si occupa di impiantistica e riscaldamento, giovane e dinamica, che di recente ha investito nel campo della formazione: organizza corsi e seminari per ingegneri e personale tecnico del settore. Per questo ti vorrei girare una nota stampa sull’evento che si è tenuto questo pomeriggio all’Ordine degli Ingegneri di Ferrara sulla normativa UNI 11528:2014.

    Se tu fossi interessato a dare spazio al comunicato puoi contattarmi all’indirizzo mail segnalato sopra. Grazie per l’attenzione e la disponibilità e buona serata,

    Ingrid Veneroso

  2. Andrea Pedezzi

    Egr. P.I. Martinetto,
    mi trovo ad operare nella seguente condizione: condominio con canna fumaria collettiva monoflusso esistente a cui sono collegate caldaie di tipo C convenzionali. Un condomino deve sostituire la caldaia e devo necessariamente installare una caldaia tipo C ma a CONDENSAZIONE. In base alla nuova norma UNI 10845:2018 vorrei sfruttare la possibilità di collegare, trattandosi di sostituzione di apparecchio esistente, apparecchi NON SIMILARI. Ovviamente questo è possibile previa verifica della idoneità del sistema fumario esistente.
    Purtroppo la veifica è negativa e, per problemi strutturali/economici, non è possibile risanare/ristrutturare la canna fumaria.
    Nel caso decidessi di realizzare una canna fumaria nuova (tipicamente esterna al fabbricato), posso comunque continuare ad avvalermi del concetto di NON SIMILARITA’ collegando caldaie di tipo differente, oppure essendo la canna fumaria nuova, necessariamente tutte le caldaie dovranno essere delle stesso tipo (ossia a condensazione)?
    Grazie per la collaborazione.
    Ing. Andrea Pedezzi

    1. Per.Ind. Martinetto Marco Article Author

      Buongiorno Ing. Pedezzi
      il concetto di similarità decade esclusivamente in caso di sostituzione di apparecchi esistenti.
      In caso di nuova progettazione il concetto di similarità rimane secondo quanto previsto dalla UNI 7129.2015 parte 3.
      Cordiali saluti
      Martinetto Marco

    2. Martinetto Marco

      Buongiorno Ing. Pedezzi
      il concetto di similarità decade esclusivamente in caso di sostituzione di apparecchi esistenti.
      In caso di nuova progettazione il concetto di similarità rimane secondo quanto previsto dalla UNI 7129.2015 parte 3.
      Cordiali saluti
      Martinetto Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *