labelling

          DAL 26 SETTEMBRE 2015 SOLO CALDAIE A CONDENSAZIONE

LE NUOVE DIRETTIVE EUROPEE SULL’ECODESIGN E L’ETICHETTATURA ENERGETICA DEI PRODOTTI PER RISCALDAMENTO E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA

Dal 26 Settembre 2015 tutti i prodotti e i sistemi per il riscaldamento, la produzione e lo stoccaggio di acqua calda immessi sul mercato ed esposti al pubblico dovrenno rispettare i requisiti minimi di performance energetica e presentare un’etichetta energetica, di prodotto e/o di sistema. La direttiva 2009/125/Ce (ErP), sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti, e la direttiva 2010/30/Ce (ELD) sull’etichettaura energetica sono il perseguimento di politiche ambientali al fine di avere una significativa riduzione delle emissioni di CO2 nell’unione Europea entro il 2020. Dal 26 Settembre 2015 queste direttive diventeranno obbligatorie per tutti i produttori di caldaie, pompe di calore, pannelli solari termici e scaldacqua e tutti gli apparecchi non conformi ai nuovi standard non potranno essere piu’ prodotti. Ad esempio le caldaie tradizionali a camera stagna non potranno essere piu’ fabbricate, cosi come gia’ a partire da Agosto del 2015 non potranno piu’ essere prodotte caldaie con pompe a bassa efficienza.

L’Erp sarà applicato ai prodotti per il riscaldamento con potenza nominale ≤ 400 kW: caldaie (a gas, elettriche, a gasolio); pompe di calore (a gas, elettriche);apparecchi per la micro-cogenerazione (con potenza elettrica massima ≤ 50 kw). Ma anche ai prodotti per produzione di acqua calda sanitaria: scaldacqua convenzionali a gas/ gasolio/elettrici;scaldacqua a energia rinnovabile (solari/ a pompa di calore);serbatoi di acqua calda (con capacità ≤2.000 litri).

I regolamenti sull’etichettatura energetica (Labelling Directive) saranno applicati su prodotti per il riscaldamento con potenza nominale ≤70 kw: caldaie (a gas, elettriche, a gasolio); pompe di calore (a gas, elettriche);apparecchi per la micro-cogenerazione (con potenza elettrica massima ≤ 50 kW), oltre che su prodotti per la produzione di acqua calda potenza nominale ≤ 70 kW: scaldacqua convenzionali a gas/gasolio/elettrici; scaldacqua a energia rinnovabile (solari/a pompa di calore); serbatoi d’acqua calda (con capacità ≤ 500 litri).

Il mercato degli apparecchi a gas per il riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria, quindi sara’ rivoluzionato. Dal 26 Settembre 2015 non si troveranno piu’ in commercio gli apparecchi standard 3 stelle a camera stagna e dal 26 Settembre 2018 (con la cogenza del limite dei 56 mg/Kwh di limite di emissione di NOx per tutti i generatori a gas) anche tutti gli apparecchi di tipo B a camera aperta che fino al 26 Settembre 2018 potranno essere installate SOLO per le sostituzioni.

Questi provvedimenti rappresentano la piu’ grande importante iniziativa intrapresa dall’Unione Europea per migliorare l’efficienza energetica del 20% entro il 2020.

 

Tagged:

Comments

  1. davide

    buongiorno,
    vorrei sottoporre il seguente quesito :
    1 ottobre 2015 – ho una canna fumaria collettiva monoflusso con caldaiette tipo C convenzionali, devo sostituire un generatore , cosa faccio ?
    grazie anticipate per la risposta

    1. Per.Ind. Martinetto Marco Article Author

      Salve Davide
      le Direttive Europee “ErP” e “ELD” sono destinate esclusivamente ai produttori degli apparecchi e non riguardano le normative di installazione. Molto probabilmente dopo il 26 Settembre 2015 si troveranno ancora sul mercato apparecchi tradizionali di tipo C a camera stagna prodotti prima di tale data. Finche’ si troveranno in commercio si potranno installare, dopodiche’ in caso di sostituzione occorrera’ verificare che il camino/canna fumaria esistente abbia le carartteristiche per ricevere i prodotti della combustione delle caldaie a condensazione. Se non idonea, ocorrera’ sostituire il camino/canna fumaria esistente. “Non tutte le direttive arrivano per nuocere!”

Rispondi a Per.Ind. Martinetto Marco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *